Il museo

Un suggestivo atelier espositivo nel cuore del centro storico fiorentino

L’Atelier del Maestro Dari è stato riconosciuto Museo-Bottega dall’Assessorato alle Belle Arti di Roma nel 2001.

Situato all’interno dell’antico Palazzo quattrocentesco “Nasi-Quaratesi”, questo ambiente espositivo è un tesoro arcano custodito tra i vicoli fiorentini che sprigiona, nello spazio di pochi passi, un’atmosfera unica di mistero e di bellezza.

Sotto imponenti volte cinquecentesche, tra simboli alchemici, antichi vasi di farmacia, strumenti musicali, quadri e fotografie, grandi teche piramidali custodiscono la preziosa arte del Maestro.

Ogni elemento invita alla fusione sensoriale con l’ambiente, spostando il confine tra il visibile e l’invisibile per trasformare ogni visita in un viaggio onirico all’interno del suo universo.

Il dinamismo percettivo, corrente artistica fondata venti anni fa dal Maestro Alessandro Dari, permea l’intero ambiente: ogni studente, ma anche ogni visitatore del Museo-Bottega, entra in un mondo proprio che gli appartiene e che lo accomuna agli altri. Questa percezione è di forte impatto emotivo, stimolando la creatività, abbassando le difese di colui che anche Bach chiama “Guardiano dell’Anima”, e proponendosi come porta di ingresso ad un mondo nuovo.

Nella parte superiore dell’atelier inoltre si trova uno studio per disegnare e per suonare. Non va dimenticata infatti la passione per la chitarra classica e più in generale per la musica sacra del Maestro.

Il laboratorio

La bottega creativa del Maestro

Come le antiche botteghe fiorentine dell’epoca rinascimentale, l’ambiente espositivo convive con il laboratorio artistico, in cui il Maestro e i suoi allievi si dedicano alla creazione delle opere.

Nel 2001 il suo laboratorio, insignito del titolo di “Museo Bottega” dall’Assessorato alle Belle Arti di Roma, è diventato anche Scuola: nello studio del Maestro si tengono infatti corsi mensili, trimestrali o Master Class di Oreficeria Scultorea.

0